Degustazioni

Nel sottotetto dell’ Acetaia Sociale troviamo una piccola sala per gli “assaggi” dove, prenotando visite guidate, è possibile la degustazione del Balsamico.
L’assaggio è un vero e proprio rito offerto ai visitatori del Museo, che prenotano una visita guidata. La degustazione va eseguita con calma, in silenzio, in un ambiente confortevole, con i giusti tempi e con gli strumenti appropriati.
Prima l’esame visivo, in cui un matraccio, oppure un piccolo bicchierino, di vetro puro e trasparente e una candela servono ad apprezzare e valutare densità, colore e limpidezza del campione di Balsamico.
Una delicata rotazione porta poi il liquido fino al collo del contenitore, in modo che tutti i profumi arrivino alle narici e sprigionino le quattro proprietà valutate nell’esame olfattivo. L’assaggio vero e proprio, la prova del gusto, va eseguito con gli appositi strumenti: un cucchiaino di porcellana o d’argento.

Esperienze nel museo
Esperienze nel museo

Corsi di Formazione

Ogni anno viene indetto un corso di formazione sull’Aceto Balsamico Tradizionale strutturato in dieci lezioni teoriche e quattro pratiche di assaggio. Il corso termina con la presentazione di una “tesina” su argomenti attinenti il prodotto e il rilascio di un diploma.
Agli interessati a partecipare al suddetto corso di formazione, che si tiene normalmente da febbraio ad aprile, si raccomanda di inoltrare per tempo richiesta scritta alla sede della Consorteria, specificando nome e cognome, indirizzo, numero di telefono ed eventuale indirizzo e-mail.

Scuole ed Università

Per avvicinare i valori della consorteria e la cultura sulle nostre tradizioni, è giusto partire dai giovani attraverso la realizzazione di progetti congiunti.
Per le scuole primarie e secondarie attraverso visite al museo e progetti fisicamente attivi che facciano capire ai ragazzi la preparazione dell’aceto, ma divertendosi.
Per i ragazzi dell’università invece un percorso più professionale e intraprendente integrando una piccola degustazione.

Esperienze nel museo